Il TSN porrà fine alla “guerra” dei fieldbus?

 

TSN

 

Comunicazione deterministica, velocità e scalabilità, queste sono le richieste dell’industria connessa per proseguire nella digital transformation.

Fattori come interoperabilità, adattabilità, scalabilità e velocità di connessione rappresentano le più comuni problematiche da affrontare in tema di connettività industriale nell’attuale panorama di Industria 4.0. Gli ultimi anni sono stati infatti caratterizzati dallo sviluppo di diversi protocolli di comunicazione per il mondo OT, che hanno di conseguenza limitato la libertà delle aziende, costrette spesso ad affidarsi a un unico fornitore per avviare e gestire le proprie linee di produzione. Questa pratica è conosciuta comunemente nel settore come “guerra” dei bus. Nonostante l’introduzione dello standard di comunicazione Ethernet Industriale come unica infrastruttura, i problemi di interoperabilità tra i diversi bus di campo non stati sono affatto superati.

Qui entra in gioco il progetto TSN (Time Sensitive Networking), un’estensione dell’Ethernet IEEE-802.1 che comprende una serie di nuove possibilità volte a rendere la rete Ethernet più deterministica e con funzionalità real-time. Questo nuovo standard consente infatti di soddisfare tutti i requisiti di interoperabilità, adattabilità, scalabilità e velocità di connessioni richiesti dai nuovi paradigmi di Industria 4.0.

TSN permette innanzitutto di prioritizzare i pacchetti dati, garantendo il determinismo del real-time all’Ethernet standard. In molti casi, protocolli diversi coesistono su uno stesso cavo, mentre questo standard consente la coesistenza sicura di TCP/IP in tempo reale e best-effort su un unico cavo. Il TSN inoltre non è stato concepito per velocità di trasmissione specifiche: può essere infatti utilizzato per connessioni che vanno da 100 Mbps, 1 Gbps, 10 Mbps, o 5 Gbps. Tra i vari vantaggi consente inoltre una migliore ottimizzazione delle topologie, potendo scegliere velocità di trasmissione diverse che trovano così adattabilità ai vari segmenti della rete.

Anche se ancora in fase di definizione, attraverso questi vantaggi non sarà difficile vedere nel prossimo futuro applicazioni TSN anche nel campo della domotica, nell’automotive e nello smart metering.

Secondo gli esperti tuttavia, il TSN non comporterà la scomparsa definitiva dei protocolli Ethernet industriali, bensì l’adattamento di questi protocolli su base TSN. Molti produttori stanno infatti lavorando su componenti “TSN-ready”, in attesa del completamento dello standard che potrebbe permettere di superare definitivamente le implementazioni proprietari. Forse non sarà la fine della “guerra” dei bus, ma di sicuro rappresenterà il futuro della comunicazione industriale.

 

 

Articolo scritto da Giardino delle Competenze
© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Vuoi collaborare con noi per creare e far pubblicare i tuoi articoli?

GIARDINO DELLE COMPETENZE
+39 348 6416452
info@giardinodellecompetenze.it
P.IVA e C.F. 09277020963

© 2020 Giardino delle competenze. All Rights Reserved. Powered by Primaklasse|Privacy Policy